Acqua su Marte: miliardi di anni fa c’era un oceano ora solo tracce in superficie

La storia della ricerca di acqua su Marte è un pò contorta e come molte scoperte della scienza è avvenuta a piccoli passi. L’annuncio di qualche giorno fa comunque rimane storico. La NASA ha confermato che osservazioni spettroscopiche effettuate dal Mars Reconnaissance Orbiter hanno trovato prove di sali di perclorato in alcune regioni del pianeta. Questi sali solubili in acqua, potrebbero creare come risultato dell’acqua salmastra che potrebbe (temporaneamente) mantenere uno stato liquido.


Immagine – striature lunghe appaiono stagionalmente in alcune zone

L’acqua presente su Marte quindi non sarebbe un flusso di acqua (non ci sono fiumi come sulla Terra) ma sarebbe sufficiente a bagnare il terreno come si trattasse di una spugna umida.

Già negli hanni scorsi sono state portate prove evidenti di presenza di acqua ma non allo stato liquido, questo a causa della temperatura e della pressione atmosferica di Marte. La superficie marziana può variare in temperatura da -80 a 10 gradi e la pressione atmosferica è solo il 0,06% di quella della Terra a livello del mare. Come risultato, il ghiaccio su Marte sublima direttamente in vapore, proprio come avviene per il ghiaccio secco sulla Terra.

Questo rappresenta il presente ma molte prove ci parlano di un passato ben diverso, una volta Marte aveva un oceano, un antico mare che copriva un quinto della superficie del pianeta, gli astronomi sono giunti a questo risultato calcolando quanta acqua il pianeta ha perso nel corso del tempo.

 

verascienza