Cosa c’era prima della Terra? Ministoria della formazione del sistema solare.

La nascita della Terra è uno dei tanti interrogativi che accompagna l’uomo fin dalle origini, ogni religione la descrive a modo suo e solo nei tempi moderni si è riusciti ad avere una buona visione scientifica su questo affascinante tema. Questo post vuole essere una introduzione all’argomento, ma spero la sua lettura stimolerà la curiosità necessaria per volere approfondire. Il primo dato che voglio introdurre è l’età della Terra. La Terra il nostro amato pianeta ha avuto origine 4,5 miliardi di anni fa, sicuramente vi chiederete: come facciamo a essere sicuri di questa data? La misura della radioattività naturale, cioè del decadimento delle specie atomiche (uranio e torio) ci fornisce tale data. Un secondo dato che ci porta a chiederci cosa ci fosse prima della formazione della Terra è sicuramente l’età dell’universo, che è stimata in 13,5 miliardi di anni, questo numero è diventato sempre più preciso grazie ai dati ottenuti dalle recenti missioni quali la WMAP (Wilkinson Microwave Anisotropy Probe) e la missione Planck per la mappatura della radiazione di fondo (il residuo dell’esplosione primordiale che ha dato origine al nostro universo). La Terra e il nostro sistema solare sono situati sul bordo di un braccio di spirale della Via Lattea chiamato Braccio di Orione, ed è a circa due terzi del cammino dal centro della nostra galassia.

La stella più antica trovata nella nostra galassia ci dice che la Via Lattea ha quasi l’età dell’universo stesso 13 miliardi di anni. Se quindi la Terra ha 4,5 miliardi di anni e l’universo 13,5 cosa c’era al posto della Terra e della nostra stella? Come tutte le stelle, anche il Sole e quindi il nostro pianeta hanno avuto origine da una nebulosa.

Nasa, ricostruzione artistica di un disco protoplanetario

Detto così sembra tutto semplice e lineare, ma non tutte le fasi di formazione di un sistema solare sono note, quello che sappiamo è che il processo di formazione avviene in tempi che per noi sono inimmaginabili. E’ stato calcolato (misurando il decadimento radiattivo del Plutonio e dello Iodio, contenuto nei meteoriti caduti sulla Terra) che sono stati necessari 100 milioni di anni per la formazione dei pianeti nel nostro disco protoplanetario.

Sappiamo dunque che prima della Terra e del sistema solare esisteva una nebulosa, ma cosa ha originato la nebulosa? Le nebulose sono generate a loro volta da stelle, in particolare l’origine risale ai momenti finali della vita delle stelle, quando prossime all’esaurimento del loro carburante espellono i loro strati più esterni. Gary R. Huss. ricercatore e direttore del laboratorio di chimica cosmica dell’ istituto di Geofisica e Planetologia delle Hawaii ha cercato di studiare quale tipo di stella ha dato origine alla nebulosa che ci ha generati, basandonsi sull’abbondanza e distribuzione dei radionuclidi. Un radionuclide è un nuclide instabile che decade emettendo energia sottoforma di radiazioni, un neuclide è ciascuna specie atomica caratterizzata da un definito numero di protoni e neutroni, ad esempio è un neuclide dell’ossigeno (in alto a sinistra dell’elemento chimico O compare il numero di massa e in basso il numero atomico). Gary R. Huss. è giunto alla conclusione che data la varità dei  radionuclidi presenti nei campioni a nostra disposizione (rocce terrestri, meteoriti, rocce lunari) si può affermare con una buona probabilità che non fu una singola stella a creare la nebulosa primordiale ma almeno due.

Bibliografia:
http://www.verascienza.com/universi-paralleli-iniziata-la-caccia-alla-pr

http://it.wikipedia.org/wiki/Via_Lattea

http://www.bo.astro.it/universo/webcorso/webuniverso/bedogni/bed6.html

http://ilpoliedrico.altervista.org/2011/12/al-di-la-delle-origini-del-sistema…

http://www.verascienza.com/abell-33-una-enorme-bolla-blu-nello-spazio

http://it.wikipedia.org/wiki/Nube_molecolare

verascienza