Benzopirene quali sono i rischi e pericoli a cui andiamo incontro e perchè si gioca con la nostra salute.

Il benzopirene è un idrocarburo (gli idrocarburi sono composti che contengono soltanto atomi di carbonio e di idrogeno) Il benzopirene e’ di per se un cancerogeno [un microinquinante classificato come cancerogeno dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro IARC] che viene “attivato” da reazione radicaliche (si definisce radicale o radicale libero una specie chimica molto reattiva avente vita media di norma brevissima) ,questo radicale non stabilizzabile va ad attaccare il DNA interferendo con il suo meccanismo di replicazione. Il benzopirene, come gli altri idrocarburi, viene assorbito molto facilmente dalle polveri fini (pm10) che si formano in fase di combustione. Esse, date le ridotte dimensioni, non vengono fermate dai filtri presenti nel corpo umano, e arrivano direttamente nelle basse vie respiratorie dove entra in circolo nel corpo.

La notizia: Uno dei più potenti cancerogeni, il benzo(a)pirene, ora può superare il valore massimo di legge (1 ng/(m evelato 3)) senza che scattino provvedimenti obbligatori. 13 agosto 2010 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale: 15 settembre 2010) il governo emanava un decreto che sospendeva una importante misura di protezione della popolazione urbana una norma che, anziché proteggere la salute, sposta al 2013 il divieto di superamento di 1 nanogrammo a metro cubo per il benzo(a)pirene. Quando si pensa a questa sostanza a molti viene in mente Taranto e alcuni suoi quartieri. In diversi quartieri di Taranto arrivano i fumi dell’acciaieria Ilva (il più grande impianto siderurgico d’Europa) , lì il benzo(a)pirene supera il valore di legge di 1 nanogrammo a metro cubo.

Video integrale sul sito RAI.TV andate al minuto 23

Decreto Legislativo 155/2010. All’articolo 9 comma 2 del decreto si legge:

Se, in una o piu’ aree all’interno di zone o di agglomerati, i livelli degli inquinanti di cui all’articolo 1, comma 2, superano, sulla base della valutazione di cui all’articolo 5, i valori obiettivo di cui all’allegato XIII, le regioni e le province autonome, adottano, anche sulla base degli indirizzi espressi dal Coordinamento di cui all’articolo 20, le misure che non comportano costi sproporzionati necessarie ad agire sulle principali sorgenti di emissione aventi influenza su tali aree di superamento ed a perseguire il raggiungimento dei valori obiettivo entro il 31 dicembre 2012. Il perseguimento del valore obiettivo non comporta, per gli impianti soggetti al decreto legislativo 18 febbraio 2005, n. 59, condizioni più rigorose di quelle connesse all’applicazione delle migliori tecniche disponibili.

 

Bibliografia:

http://it.wikipedia.org/wiki/Benzo(a)pirene

http://it.wikipedia.org/wiki/Radicale_libero

http://www.inchem.org/documents/iarc/vol03/benzo(a)pyrene.html

http://monographs.iarc.fr/ENG/Classification/ClassificationsAlphaOrder.pdf

http://cittademocratica.blogspot.com/2010/10/piu-benzoapirene-per-tutti.html

http://www.normattiva.it/dispatcher?task=attoCompleto&service=213&dat…

http://lem.ch.unito.it/didattica/infochimica/2010_PAH_in_atmosfera/benzo%5Ba%…

 

 

verascienza