Bolle di sapone: cosa succede quando scoppia una bolla di sapone?

Guardare le bolle di sapone e restare incantati è una esperienza che tutti i bambini vivono. Gli ingredienti per creare a casa bolle di sapone sono semplici, basta del sapone per piatti concentrato, dell’acqua e della glicerina.

Quante volte vi sarà capitato di assistere alla scena di bambini che cercano di agguantare la bolla che anche solo sfiorata si infrange?

All’occhio umano lo scoppio di una bolla di sapone appare istantaneo ma non è così, se riprendiamo l’evento con una telecamera che cattura 5000 foto al secondo si ottiene un video che dimostra cosa avviene realmente. Per comprendere il fenomeno dobbiamo tirare in ballo la tensione superficiale, quella forza che si stabilisce fra le molecole d’acqua che stanno in superficie a contatto diretto con l’aria ed è responsabile della forma sferica della bolla.

Quando la bolla viene trafitta, la tensione superficiale si rompe causando una contrazione dello strato sottile di sapone che formava la bolla. Il comportamento è analogo a quello di un elastico che prima era stato allungato e ora viene rilasciato. Gocce di liquido volano via dai bordi fino a quando la bolla non si polverizza completamente.

 

verascienza