Cosa sono i puntini colorati che percepiamo quando chiudiamo gli occhi con forza

I colori non sono, contrariamente a quanto si pensa, una proprietà fisica specifica degli oggetti, è più corretto definirli una percezione. Infatti il colore è dato da una riflessione dei fotoni che compongono la luce da parte di un oggetto. A seconda di quali frequenze verranno assorbite e quali quindi deviate, l’occhio umano percepirà solo una parte della radiazione luminosa tramite i fotorecettori, lasciando che il cervello si occupi della ricostruzione finale dell’immagine e dell’interpretazione dei colori. L’occhio è un sistema che forma e proietta le immagini su una superficie sensibile chiamata retina che raccoglie le immagini, ne fa una prima elaborazione e trasmette l’informazione ai centri superiori (corpo genicolato laterale, corteccia cerebrale visiva). L’occhio è sensibile a una parte della radiazione luminosa, quella compresa all’incirca fra 400 e 700 nanometri. Quando la luce raggiunge la retina si attiva la stimolazione dei neuroni visivi, i quali mandano un segnale al sistema nervoso che in cambio risponde dicendo un colore. Chiudendo gli occhi velocemente si impedisce alla luce di raggiungere la retina, ma vengono attivati lo stesso i neuroni visivi.

verascienza