Interessante esperimento di alcuni studenti americani che hanno ottenuto energia elettrica sfruttando le vibrazioni del vento

Quando si pensa all’energia eolica, probabilmente viene in mente l’immagine di immense turbine giganti. Ma gli studenti della università di Cornell che fanno parte del Vibro-Wind Research Group hanno avuto in mente un modello diverso di immagazzinamento dell’energia eolica. Questi studenti stanno lavorando ad un metodo ultra-efficiente ed economico per trasformare le vibrazioni dal vento in energia pulita. L’esperimento è stato finanziato dal Cornell Center for a Sustainable Future’s Academic Venture Fund con ben $ 100.000

Media_httpwwwnewscorn_fgaha

Gli studenti universitari della università di Cornell hanno lavorato sul design del dispositivo, che consiste di un pannello montato con particolari  oscillatori. Questi oscillatori catturano vibrando, l’energia meccanica generata dal vento, la conversione dell’ energia meccanica in energia elettrica è ottenuta utilizzando un trasduttore piezoelettrico. L’effetto piezelettrico consiste nella comparsa di cariche elettriche di segno contrario sulle facce opposte di alcuni cristalli (quali il quarzo, la tormalina, il sale di Rochelle, il titanato di bario, la zincoblenda ecc.) quando vengono sottoposti a deformazioni meccaniche lungo determinate direzioni.L’uso di cristalli piezelettrici per generare energia elettrica non è nulla di nuovo, anche a casa vostra potete trovare un esempio di applicazione, l’accendi gas che sta nelle vostre cucine funziona proprio grazie a questo effetto, dove un cristallo sottoposto manualmente a pressione tramite un tasto fa scoccare una scintilla senza bisogno di pile di alimentazione. Non è noto se il risultato dell’esperimento dell’università di Cornell verrà commercializzato, ma oggetti del genere potrebbero essere messi su edifici di enti che non hanno abbastanza soldi e spazio per installare le turbine tradizionali.

Bibliografia:

http://www.news.cornell.edu/stories/May10/VibroWind.html

http://inhabitat.com/2010/05/27/students-turn-vibrations-from-wind-energy-into-electricity/

http://ulisse.sissa.it/chiediAUlisse/domanda/2004/Ucau041113d002/

 

verascienza