Vi siete mai chiesti, qual è la stella più grande dell’universo? Quanto può essere grande una stella?

Nota con il nome di “VY Canis Majoris“, la stella che è considerata la più gande conosciuta al momento, è una ipergigante rossa, una stella variabile irregolare che dista 5.000 anni luce da noi ed è situata vicino la costellazione del Cane Maggiore (sud est di Orione), la sua magnitudine apparente arriva a +7.4 e quindi non visibile a occhio nudo.

Scoperta dall’astronomo francese Jérôme Lalande nel 1801, il suo raggio è stato stimato essere di 2.100 volte quello del nostro sole (raggio solare = 696342 km). Se questa stella si trovasse nel nostro sistema solare al posto del Sole si estenderebbe oltre l’orbita di Saturno. “VY Canis Majoris” è una stella giunta al termine della propria vita che finirà con una potente esplosione supernova, l’esplosione delle stelle determina l’evoluzione chimica delle galassie che le ospitano, è il ciclo della vita che si ripete inesorabile.

Oltre a questa stella che risulta essere la più grande mai individuata ve ne sono molte altre che paragonate al nostro Sole ci fanno capire quanto siamo piccoli e insignificanti.

 

Possono esistere stelle più grandi di “VY Canis Majoris”?
Questa è una bella domanda perché dobbiamo considerare che ci sono così tante galassie e miliardi di pianeti e che l’universo trova sempre il modo di stupirci.

 


Immagine – il nostro sole paragonato alla stella “VY Canis Majoris”

Secondo le osservazioni e i dati raccolti comunque la dimensione massima sembrerebbe essere compresa tra le 15 e le 20 masse solari, c’è comunque una variabile importante da considerare, più grande è la stella, più si consuma in fretta. Il sole, la nostra stella non è che una delle miliardi di stelle che popolano il nostro universo, e tutto sommato è anche fra le più piccole.

verascienza