La sonda Cassini della NASA ha “annusato” ioni di ossigeno molecolare intorno a Dione

Il fantastico mondo dell’esplorazione spaziale non smette mai di stupirci e ci regala ogni giorno emozioni grazie alle scoperte compiute analizzando i dati delle varie sonde che sono in viaggio nello spazio. La notizia di oggi riguarda la sonda Cassini, questa sonda fa parte della missione Cassini-Huygens, una missione realizzata in collaborazione tra la Nasa, l’Agenzia Spaziale Europea e l’Agenzia Spaziale Italiana che sta studiando il pianeta Saturno e i suoi satelliti.

Dione – Image credit: NASA/JPL/Space Science Institute

Durante un passaggio ravvicinato della sonda il 7 aprile 2010, lo strumento Cassini Plasma Spectrometer (C.A.P.S.) che è un sensore atto a misurare l’energia e la carica elettrica delle particelle, come elettroni e protoni,  ha rilevato ioni di ossigeno molecolare (O2 +)  , fornendo così la prima rilevazione in situ di una esosfera (atmosfera debole, sottile) che circonda la luna ghiacciata. La presenza di ossigeno molecolare risulta essere comune nel sistema di Saturno ed è stato dimostrato che può provenire da un processo chimico che non comporta la presenza di vita, infatti si pensa che l’ossigeno rilevato è il risultato delle interazioni tra le particelle provenienti dal Sole e le particelle cariche di energia che provengono da Saturno. Queste particelle ad alta energia colpendo la superficie ghiacciata liberano le molecole di ossigeno presenti al suo interno.

Bibliografia:

http://www.agu.org/journals/gl/gl1203/2011GL050452/

http://www.rdmag.com/News/2012/03/General-Science-Space-Oxygen-Detected-In-At…

http://www.abc.net.au/science/articles/2012/03/05/3445902.htm

http://www.jpl.nasa.gov/news/news.cfm?release=2012-056

http://www.verascienza.com/come-sarebbe-la-terra-se-avesse-gli-anelli-di

http://omegacentauri.it/post/6758011613

http://www.torinoscienza.it/dossier/caps_3455

verascienza