L’origine delle stelle cadenti e come poterle osservare in queste notti d’estate

L’Osservatorio Astronomico G.D. Cassini di Perinaldo, ha preparato questo ottimo video che illustra come poter osservare lo sciame meteorico delle Perseidi (note al pubblico anche come “Lacrime di San Lorenzo”).

La fantasia popolare le ha definite “stelle che cadono”, ma il termine è quanto mai scorretto: le scie luminose che vediamo nel cielo non possono essere “stelle” in caduta libera, poichè le stelle – come il nostro Sole del resto – sono corpi enormi e caldissimi, composti principalmente da idrogeno ed elio, che terminano le loro lunghissime vite (miliardi di anni) esplodendo o spegnedosi in modo più o meno burrascoso. Le stelle cadenti sono frammenti rocciosi di dimensioni variabili che fanno parte del fenomeno delle meteore. Si distinguono due tipi di meteore luminose: le stelle cadenti o filanti che attraversano il cielo e si disintegrano senza lasciare traccia e i bolidi che si presentano come globi di fuoco che si lasciano dietro una scia luminosa e spesso esplodono con fragore frantumandosi in meteore minori, i cosiddetti meteoriti, che talvolta precipitano sulla Terra lasciando solchi anche molto profondi. A volte sciami di questi frammenti si formano per disintegrazione di una cometa (passa troppo vicino al Sole e la sua gravità lo distrugge). Questi frammenti continuano ad orbitare attorno al Sole lungo l’orbita della cometa originaria. Se l’orbita dei frammenti incrocia l’orbita terrestre, un gran numero di loro cade nell’atmosfera e per attrirto si incendia consumandosi completamente. Ad agosto, l’orbita terrestre incrocia lo sciame delle Perseidi, così chiamate perchè sembrano provenire dalla costellazione del Perseo. L’origine di questo sciame di “stelle cadenti” fu individuata nel 1856, grazie all’astronomo italiano Giovanni Virginio Schiaparelli, che riuscì ad associarlo ad una cometa, la Swift-Tuttle. La cometa Swift-Tuttle, formalmente designata come 109P/Swift-Tuttle, è una cometa periodica del Sistema solare, appartenente alla famiglia cometaria della cometa di Halley.L’ultimo passaggio intorno al Sole è avvenuto nel 1992, mentre il prossimo è previsto nel 2126.

L'origine delle stelle cadenti e come poterle osservare in queste notti d'estate

(Il fenomeno delle stelle cadenti è provocato dal passaggio della terra nell’orbita della cometa Swift-Tuttle)

Bibliografia:

http://www.gravita-zero.org/2010/08/le-perseidi-o-lacrime-di-san-lorenzo.html

http://www.astrogeo.va.it/astronom/pianeti/meteore/meteore.htm

http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20070627174358AAg7401

http://www.linguaggioglobale.com/universo/txt/54.htm

http://it.wikipedia.org/wiki/109P/Swift-Tuttle

verascienza