Missione spaziale Phobos Grunt, la Russia e la Cina all’assalto del pianeta rosso.

Domani 8 novembre sarà il primo di tanti giorni importanti per questa missione che riporta sulla scena dell’esplorazione spaziale la Russia e per la prima volta la Cina ormai una delle nuove super potenze. La missione ha preso il via molti anni fa nell’ormai lontano 2001 e la progettazione preliminare è stata completata nel 2004. Nel 2007, la Cina ha annunciato la sua partecipazione al progetto, l’accordo prevede che il modulo russo dia un passaggio a quello cinese Yinghuo-1. Obiettivo del modulo cinese è quello di studiare l’ambiente esterno del atmosfera marziana, il suo campo magnetico, la sua ionosfera e l’interazione con le particele del vento solare.

Phobos ripreso dalla High Resolution Stereo Camera (HRSC) a bordo del Mars Express. Copyright ESA/DLR/FU Berlin (G. Neukum).

Scopi della missione sono:
  • raccogliere campioni di suolo dalla luna di Marte (Phobos), e riportarli a Terra
  • effettuare degli studi in luogo, compresa una analisi dei campioni del terreno
  • studiare l’ambiente di Marte, prendendo in considerazione l’atmosfera e le terribili tempeste di sabbia.

(Servizio di Stefano Parisini INAF-URPS)

l’appuntamento è fissato Martedì 8 novembre alle ore 20:30 da Baikonur, per chi volesse seguire in diretta il lancio , sarà disponibile uno streaming in lingua italiana a questo indirizzo

http://www.livestream.com/orbiterlivemissions

l’arrivo è previsto per ottobre 2012,  buon viaggio.

verascienza