1

Perchè la telecamera di Curiosity ha solo due megapixel di risoluzione?

Da Marte iniziano ad arrivare le prime foto ad altra risoluzione scattate attraverso il set di strumenti MastCam. “Mastcam” è il nome dato alle fotocamere principali del rover Curiosity, sono due:

  • Mastcam-34 focale da 34 millimetri, f/8, 1200×1200 pixel con sensore 1600×1200 pixel. 
  • Mastcam-100 focale da 100 millimetri, f/10 1200×1200 pixel.

Leggendo queste caratteristiche molti hanno iniziato a storcere il naso, infatti a la fotocamera ha solo 2 megapixel di risoluzione e per quanto riguarda la memoria usa una scheda flash memory da 8 giga. Stiamo parlando di caratteristiche hardware che ha a disposizione ormai un comune cellulare con fotocamera. Questo argomento ha rianimato i complottisti (quelli convinti che non siamo ancora nemmeno andati sulla Luna), ma ci sono diverse spiegazioni sul perchè la fotocamera è limitata.

Foto originale ripresa dalla Mastcam-100

Clicca per aprire in una altra pagina

La progettazione di Curiosity è iniziata nel 2004 e allora era il TOP dell’hardware. C’è poi da considerare un fattore tecnico non indifferente, i limiti della comunicazione dovuti dalla distanza con la Terra. Curiosity per inviare i dati sulla Terra sfrutta due canali radio  uno in X band (8 GHz) e uno in Ultra High Frequency (UHF) (300 MHz-3 GHz) questi prima vengono inviati ai satelliti  Mars Odyssey e Mars Reconnaissance Orbiter che sono in orbita su Marte e da qui vengono sparati sulla Terra. La banda, la quantità di dati che è possibile trasferire massimo in un giorno è di circa 250 Megabyte che è poco rispetto a qello che trasferiamo ogni giorno con le nostre adsl casalinghe. Inviare una singola immagine da Marte può richiedere diverse ore. C’è da considerare inoltre che tale spazio di trasmissione serve a inviare tanti altri dati e quindi non si può correre il rischio di intasarlo solo per avere delle immagini a più alta risoluzione.

Bibliografia:

http://www.theverge.com/2012/8/9/3232160/curiosity-mastcam-2-megapixel-camera-project-leader

http://www.dpreview.com/news/2012/08/08/Curiosity-interview-with-Malin-Space-Science-Systems-Mike-Ravine

 

verascienza

  • RobertoMaurizzi ha detto:

    Un esempio equivalente è l’uso di foto/filmati in Silverlight per questo sito: magari 5 anni fa era "il futuro", ma ora sono semplicemente impossibili da vedere su dispositivi mobili, tablet e computer con Linux… 😉