Pochi giorni fa l’ennesima tempesta solare del 2012, ecco il video.

Lo comprensione della storia del nostro Sole e della sua attività è per noi fondamentale, per questo motivo negli ultimi anni si sono incentivati gli sforzi per riuscire a raccogliere più dati possibili. Nell’ambito di vari lavori di ricerca assumono sempre più importanza i dati della sonda Solar Dynamics Observatory (SDO) lanciata nel 2010, questa sonda ha il compito di osservare il Sole con vari strumenti. Tra i dati raccolti ci sono anche dei sorprendenti video che mostrano il Sole in tutta la sua maestosità.

Il video proposto è stato ripreso il 16 aprile scorso e presenta una espulsione di massa (composta da plasma di elettroni e protoni) dallo strato del sole detto corona,  in gergo tecnico questo fenomeno è chiamato CME (coronal mass ejection) .

Una protuberanza solare (nota anche come filamento) si estende verso l’esterno dalla superficie del sole, pur rimanendo ancorata alla sua superficie.

Oltre al plasma viene trasportato anche il campo magnetico che propagandosi va a interferire con quello dei pianeti che trova sul suo percorso. Tra questi c’è anche il campo magnetico terrestre, per fortuna l’evento del 16 aprile non era diretto verso la Terra. Una tempesta solare oltre a essere pericolosa per gli austronauti nelle loro missoni e passeggiate spaziali, causa danni anche economici, infatti influenza il funzionamento dei satelliti nella nostra orbita. Nel campo magnetico della Terra viene compromessa la capacità di deflettere i raggi cosmici, gli studi attuali e quelli futuri ci aiuteranno a costruire modelli matematici per fare previsioni sulle tempeste solari, così come accade oggi per le previsioni metereologiche sulla terra.

Bibliografia:
http://sdo.gsfc.nasa.gov/

http://www.aeromedia.it/sdolaun.html

http://newsspazio.blogspot.com/2010/04/le-prime-fantastiche-immagini-e-video.html

http://www.nasa.gov/mission_pages/sunearth/spaceweather/index.html

verascienza