Raggi cosmici,l’esperimento italiano ALTEA a bordo della stazione spaziale internazionale ne indaga i segreti

L’appassionante storia dell’evoluzione scientifica, è da sempre costellata da continue scoperte a volte davvero incredibili e possiamo dire che i raggi cosmici rientrano a pieno titolo tra queste. Che cosa sono i raggi cosmici? Con questo termine si indicano particelle e nuclei atomici che provengono dalla nostra galassia e in generale dallo spazio, particelle che colpiscono la terra quasi alla velocità della luce.

L’evidenza dell’interazione sull’uomo si ebbe nel 1969, durante la missione Apollo 11, Buzz Aldrin riportò di aver osservato, mentre era al buio, degli strani lampi luminosi di varie forme e dimensioni. Studi successivi mostrarono che le particelle cariche di alta energia che compongono i raggi cosmici, interagendo con il sistema nervoso centrale, causano effettivamente la visione soggettiva di lampi di luce (Light Flash).

Media_httplucadifinof_gqfdl

ALTEA è uno strumento sviluppato appositamente per lo studio dei light flash, composto da elettroencefalografo per monitorare l’attività cerebrale degli astronauti, dispone inoltre di sei rivelatori in grado di misurare l’energia rilasciata dalla particelle e la loro traiettoria. Oltre alle misure sugli astronauti, dal 2009 la Nasa ha deciso di usarlo espressamente per misurare l’ambiente di radiazione all’interno della stazione spaziale

Lo studio degli effetti dei raggi cosmici è importante per le future missioni umane nello spazio, ALTEA aiuta la comprensione di questo fenomeno e i dati raccolti saranno molto utili per lo studio dell’ambiente di radiazione e per l’analisi dell’efficacia di materiali schermanti.

Questo articolo è solo una introduzione all’argomento, vi invito a seguire ALTEA su internet e ricordo che inoltre potete seguire l’evoluzione della ricerca cliccando “Mi piace” sulla Pagina Facebook di ALTEA

 

Una nota a margine dell’articolo:

Un mio personale sentito ringraziamento va a Luca Di Fino, fisico che lavora all’esperimento ALTEA presso l’ Università di Roma Tor Vergata che nonostante gli innumerevoli impegni trova il tempo di fare divulgazione scientifica descrivendoci il suo lavoro. Infine un pensiero corre verso tutte le persone che nonostante mille difficoltà e sacrifici nel nome della ricerca, contribuiscono con il loro lavoro a tenere alto il nome della nostra nazione in ambito scientifico.

Bibliografia:
http://scienzapertutti.lnf.infn.it/P5/raggi_cosmici.html
http://www.lngs.infn.it/lngs_infn/contents/lngs_it/public/educational/physics…
http://it.wikipedia.org/wiki/Raggi_cosmici
http://daily.wired.it/news/scienza/2011/11/11/raggi-cosmici-terra-robert-andr…
http://www.lescienze.it/news/2011/08/26/news/i_raggi_cosmici_influenzano_il_c…
http://lucadifino.wordpress.com/2011/07/23/altea-riepilogo-summary/
http://alteaspace.wordpress.com/

verascienza