Rilevata attività vulcanica sulla Luna in una epoca relativamente recente

Che ci sia traccia di vulcani sulla Luna di per sé non è nulla di eclatante, infatti gran parte dell’antica superficie della Luna è coperta da lava solidificata. Si tratta di vecchi flussi basaltici di miliardi di anni fa, quando il nostro satellite era ancora devastato da violente eruzioni. La teoria attualmente accettata riguardo la formazione della Luna si basa sull’ipotesi di un impatto gigante, questa teoria propone che la Luna è stata creata dai detriti lasciati da una collisione verificatesi tra la giovane Terra e un corpo delle dimensioni pari a quelle del pianeta Marte. Al corpo di collisione gli scienziati hanno dato il nome che richiama la mitologia: Theia (o Euryphaessa) per il mitico Titano che fu la madre di Selene, la dea della luna.


Immagine – una simulazione dell’impatto.

Gli scienziati hanno pensato a lungo che l’epoca in cui era presente il fenomeno del vulcanismo lunare si fosse conclusa circa 1 miliardo anni fa e successivamente poco fosse cambiato da allora. Sulla Luna, è possibile stimare l’età di una determinata area geografica contando il numero di crateri da impatto presenti, come molti di voi sapranno infatti il nostro satellite è stato ed è continuamente bersagliato da meteoriti che cadendo modellano la sua superficie lasciando crateri da impatto. Più una zona è antica e più saranno visibili crateri.

Immagine – la superficie della Luna ricoperta da crateri.

Fin dalla missione dell’Apollo 15 sono state rilevate delle anomalie sul suolo lunare che sembravano testimoniare la presenza di lava come se fosse avvenuta una eruzione di recente. La NASA in collaborazione con un team di ricercatori della Arizona State University usando le foto della sonda LRO (Lunar Reconnaissance Orbiter) ha trovato ben 70 paesaggi anomali molto simili tra di loro.

Immagine – anomalia del suolo lunare, non visibile dalla Terra ( in quanto troppo piccola ) ripresa dalla sonda LRO

In base alla conformazione di queste zone si può stimare che le eruzioni di lava non siano più antiche di 100 milioni di anni, un tempo che a noi può sembrare molto lontano nel tempo, ma in termini geologici è davvero poco. Se così fosse confermato questo vorrebbe dire che mentre sulla Terra ci trovavamo in pieno periodo Cretaceo (il periodo in cui fu massima la presenza di dinosauri) sulla Luna ci furono eruzioni vulcaniche. Questa scoperta ci dice che c’è ancora molto che non sappiamo riguardo a questo magnifico satellite che da sempre condiziona le nostre esistenze e la presenza della vita stessa sulla Terra.

verascienza