1

Trovato il primo essere multicellulare capace di vivere in un ambiente senza ossigeno

I ricercatori della Università Politecnico delle Marche di Ancona, hanno scoperto tre nuove specie di esseri che vivono la loro intera vita in una fossa senza ossigeno sotto il Mar Mediterraneo. E’ il primo esempio di essere multicellulare individuato, fino ad ora si sapeva che solo virus o batteri erano in grado di farlo. Questi esseri non usano i mitocondri per alimentare le proprie cellule (i mitocondri convertono gli zuccheri e l’ossigeno in acqua ed energia).Al posto dei mitocondri, queste tre specie hanno un organo (idrogenosoma) che produce energia attraverso una reazione enzimatica, secondo un processo che somiglia a quello sfruttato da alcuni microbi per creare energia. Questi organismi, ai quali ancora non sono stati stati dati nomi, appartengono alla razza phylum Loriciferi (organismi microscopici , probabilmente parassiti e predatori, che vivono nei granelli di sabbia delle spiaggie umide), hanno una misura di meno 0,04 centimetri di lunghezza. Una ulteriore prova di come la vita sia mutevole e sparsa un pò dappertutto..

Bibliografia:

http://www.popsci.com/science/article/2010-04/first-ever-multicellular-animals-found-oxygen-free-environment

http://www.ditadifulmine.com/2010/04/scoperto-primo-animale-che-vive-senza.html

 

 

verascienza

  • Anonimo ha detto:

    Interessante…Io credevo che senza ossigeno non potesse esistere la vita di esseri multicellulari.