Una mappa aggiornata del campo gravitazionale terrestre

La gravità è una delle tante cose che diamo per scontato ed anche se è studiata ormai da molti anni cela dei misteri, comportamenti che possono stupire i non addetti ai lavori. La gravità non è uguale su tutto il nostro pianeta, ricerche effettuate negli anni attraverso l’uso di misurazioni satellitari, ricordiamo fra tutti il GOCE (una missione che usando un’orbita estremamente bassa circa 260 km ha mappato le minuscole differenze del vettore della gravità tra punti distanti 1 metro l’uno dall’altro), hanno permesso di scoprire cose non facilmente rilevabili in altro modo.

Dai  dati è emerso che in alcuni luoghi della Terra la gravità è maggiore rispetto ad altri e il motivo di questo comportamento non è sempre chiaro. Nuove misurazioni sono state avviate tramite le missioni dei satelliti orbitanti GRACE (NASA) e CHAMP (Russia) i cui dati sono stati utilizzati per creare una nuova mappa aggiornata del campo gravitazionale terrestre.

Il nome che è stato dato a questa mappa delle variazioni del campo gravitazione terrestre è “The Potsdam Gravity Potato”,  mappa che è  stata realizzata dal centro di ricerca tedesco per le geoscienze GFZ nella città di Potsdam insieme ai colleghi del centro aerospaziale tedesco DLR, in collaborazione con la NASA.

Le parti in rosso rappresentano i luoghi dove la forza è maggiore, quelle in blu dove invece è più bassa. Seguendo la logica si sarebbe portati a pensare che la gravità sia più alta in corrispondenza di catene montuose, come l’Himalaya, ma non è sempre così, alcune zone sono rosse negli oceani e questo probabilmente è causato da una diversa densità del mantello terrestre, uno degli involucri concentrici del materiale che costituisce la Terra.

La composizione del nostro pianeta non è uniforme, elementi pesanti concentrati in zone diverse, placche di spessore diverso portano ad avere una densità non uguale in ogni luogo ed inoltre si ha anche una non omogenea distribuzione della massa. La forma non sferica della Terra (detta geoide) fa si che la gravità non sia costante in tutti i punti della superficie, il geoide è costruito rappresentando la forza di gravità punto per punto. Se volete approfondire la tematica relativa allo studio della forma della Terra, sappiate che la branca della scienza che si occupa della misura e della rappresentazione della Terra, del suo campo gravitazionale e dei fenomeni geodinamici si chiama Geodesia. Una semplice introduzione può essere trovata continuando la lettura su questo link sul sito Gravità Zero.

Bibliografia
http://www.gfz-potsdam.de/en/media-communication/image-galleries/geoid-the-potsdam-gravity-potato/
http://apod.nasa.gov/apod/ap141215.html
http://www.esa.int/Our_Activities/Observing_the_Earth/The_Living_Planet_Programme/Earth_Explorers/GOCE

verascienza