Campo magnetico terrestre, la costellazione di satelliti Swarm ne registra la variazione

Il nostro pianeta, possiede un campo magnetico dovuto ai muovimenti del metallo fluido presente nel suo nucleo esterno. Il vento solare interagisce con il campo magnetico terrestre confinandolo in una regione di spazio che prende il nome di magnetosfera terrestre.

Il campo magnetico ha un ruolo fondamentale per la vita stessa sulla Terra, senza la presenza del campo magnetico la vita difficilmente sarebbe possibile, basta dare una occhiata ai nostri vicini di spazio Venere e Marte.


Nel 2013 l’agenzia spaziale europea (ESA) ha lanciato una misione denomiata Swarm. L’obiettivo della missione è quello di indagare in modo preciso il campo geomagnetico e la sua evoluzione temporale. Swarm, è formato da una costellazione di 3 satelliti identici ma che si muovono su orbite diverse. I primi dati resi pubblici dopo 5 mesi di misurazioni rivelano recenti fluttuazioni nel campo magnetico terrestre, che si sta indebolendo. Non si sa il perchè di questa riduzione che sta avvenendo in maniera non uniforme, con aree dove diminuisce (emisfero occidentale) e altre dove aumenta come si può vedere nella seguente mappa, dai dati si evince inoltre che il nord magnetico si sta spostando verso la Siberia.

swarm
Immagine : modifiche del campo magnetico terrestre registrate da gennaio 2014. Le zone rosse indicano un rafforzamento, le zone colorate in azzurro un indebolimento.

Prove dell’indebolimento del campo magnetico si erano già registrate, ma l’uso di questi satelliti ha permesso una precisione nella misurazione altrimenti irraggiungibile.Alcuni pensano che ci si sta avviando verso l’inversione dei poli magnetici, evento che non sarebbe letale per gli esseri viventi ma considerando il nostro modo di vivere fatto ormai di tecnologia ed elettricità potrebbe causare non pochi problemi.

Comunque questo evento non dovrebbe accadere prima di diversi millenni. Non solo quindi in futuro bisognerà fare i conti sempre di più con il riscaldamento globale ma forse è anche ora di iniziare a preoccuparsi per il campo magnetico terrestre.

Riferimenti:
https://earth.esa.int/web/guest/missions/esa-operational-eo-missions/swarm
http://www.bbc.com/news/science-environment-27941557
http://www.media.inaf.it/2014/05/08/swarm-geomagnertismo/
http://roma2.rm.ingv.it/it/aree_di_ricerca/1/campo_magnetico_terrestre
http://it.euronews.com/2012/10/25/i-satelliti-che-studiano-le-variazioni-del-campo-magnetico-terrestre/

verascienza