Vi siete mai chiesti come avviene il rifornimento della stazione spaziale internazionale?

La costruzione della stazione spaziale internazionale avviene il 1998, è composta dall’unione di vari moduli che sono stati mandati in orbita durante gli anni e poi assemblati, fino a completare il sistema, una costruzione in orbita intorno alla terra grande come un campo di calcio, lunga 108 metri e larga 74 metri in grado di ospitare sei astronauti contemporaneamente. Una struttura del genere ha bisogno di rifornimenti, ma chi si occupa dei rifornimenti? La riposta a questa domanda sta in una sigla: ATV (Automated Transfer Vehicle) è il cargo spaziale progettato e costruito in europa in grado di trsportare fino a 6000 kg di materiali scientifici e cibo per gli astronauti.

Media_httplh3ggphtcom_tfjhj

(Modulo ATV: Jules Verne)

Semplicemente lo si potrebbe definire un camion spaziale! ma a differenza di un normale camion terrestre, il modulo ATV ha una sua intelligenza artificiale in grado di effettuare decisioni sulle manovre da effettuare per riuscire ad agganciarsi alla stazione spaziale. Non solo è un trasportatore di materiale ma una volta inserito nella stazione può essere utilizzato per far effettuare manovre per il riequilibrio della stazione stessa. Per saperne di più riguardo questa straordinaria macchina, vi consiglio di guardare il seguente servizio giornalistico, in lingua italiana,  prodotto dalla televisione EuroNews in collaborazione con l’ESA (l’agenzia spaziale europea)

 

verascienza