Vi siete mai chiesti quante cianfrusaglie sono in orbita intorno alla Terra?

La risposta è un bel pò! Gran parte di detriti è dovuto all’invio di razzi che trasportano i satelliti e altre cose nello spazio. I detriti spaziali sono molto dannosi per i satelliti per i veicoli spaziali e gli astronauti che lavoro nella Stazione Spaziale Internazionale. Utilizzando i dati estratti dal database dei satelliti UCS Database , il designer austriaco Michael Paukner tenta di tracciare tutto il materiale in orbita intorno alla Terra e lo mette in relazione con chi è responsabile di averlo messo li.

La pagina di Flickr del designer austriaco Michael Paukner è una galleria straordinaria di computer grafica. Particolarmente interessante è l’album See the Bigger Picture, che include la maggior parte delle sue opere migliori in questo campo. L’immagine di seguito è estratta dalla sua pagina Flicker.

La quota di ogni nazione è illustrata in una serie di cerchi concentrici: il bianco indica satelliti attivi, grigio satelliti abbandonati e il nero rappresenta pezzi di detriti orbitali superiori a 10 centimetri di diametro (che ad esempio sono a volte il risultato della distruzione di un vecchio satellite).

Il DARPA ha pubblicato un bando nel settembre scorso per trovare soluzioni per pulire i detriti spaziali. Il Defense Advanced Research Projects Agency (nome inglese che tradotto letteralmente in italiano significa “agenzia per i progetti di ricerca avanzata per la difesa”), più conosciuto con la sigla DARPA, è un’agenzia governativa del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti incaricata dello sviluppo di nuove tecnologie per uso militare.

Dall’avvento dell’era spaziale oltre cinque decenni fa, sono stati catalogati dalla US Space Surveillance Network più di trentacinquemila oggetti mandati in orbita. Quasi ventimila di questi oggetti rimangono in orbita oggi,il novantaquattro per cento dei quali sono detriti orbitali non funzionanti. Queste cifre non includono le centinaia di migliaia di oggetti troppo piccoli per essere catalogati, ma ancora abbastanza grandi da rappresentare una minaccia per circa novecento satelliti operativi in orbita attorno alla Terra. Inoltre, le collisioni tra oggetti e detriti potrebbe potenzialmente portare ad una popolazione di detriti in continua crescita, aumentando così i rischi di danneggiamento dei satelliti operativi.

Bibliografia:

http://www.smartplanet.com/business/blog/smart-takes/infographic-the-worlds-satellites-orbiting-earth-by-nation/4025/

http://it.wikipedia.org/wiki/Defense_Advanced_Research_Projects_Agency

verascienza